Le espadrillas, calzature tipicamente spagnole, indossate da uomini e donne iberiche tanto di giorno quanto di sera, sono di gran moda anche nell’estate italiana.

Le scarpe con la suola in corda un tempo erano le calzature tipiche dei contadini dei Pirenei, poi con il passare degli anni e il susseguirsi delle mode sono diventate un ever green e sempre più si vedono anche al di fuori dei “loro” confini nazionali (Catalogna e Paesi baschi), indossate da ne ha apprezzato la comodità, data dalla suola flessibile, e la leggerezza dei materiali.

Le espadrillas (o anche alpargatas) hanno, come detto, la suola in corda-iuta (in qualche caso in gomma modellata per imitare la corda) e per il resto sono di tela. If you happen to like a product in here, make sure you act fast before it gets too late. Le variazioni sul tema sono poi diverse: innanzitutto la tela può costituire l’intera tomaia o si può trovare solo in punta (con laccetti o cinturino che lega la scarpa alla caviglia); per il modello femminile la suola si può alzare e trasformare in zeppa e la tela può intrecciarsi o spuntarsi.

Libero spazio poi ai materiali e alle fantasie più disparate, con tela e cotone che si vestono di righe, fiori, stampe animalier, ma anche glitter e altre applicazioni; ma anche pizzi, merletti e nappa che si sposano ad una calzatura “contadine” nelle proposte degli stilisti più affermati.