search

Moda, Make up, Accessori

The content in the Slot machines of vegas Gambling Online Privacy Policy could be changed or altered at any time best online casino reviews. Casino Cruise vacation is truly an using the web Casino site focused on giving a awesome gaming go through, whilst docking at enticing global venues to experiment with and take a look at. No install expected, this website online casino journey is just remarkable.

Un
foulard…per capello!

Written by Laura, 4 anni ago, 0 Comments

Il foulard è tra gli accessori più versatili che ci sia, in grado di affrontare tutte le stagioni, indossato al collo, come cintura su un paio di jeans, come dettaglio vicino la borsa o tra i capelli.

Il foulard usato per creare acconciature non è certo una novità di questa estate, infatti da sempre strisce o triangoli di stoffa vengono usati per legare i capelli in una coda di cavallo o per sorreggerli (soprattutto in spiaggia) ma quest’anno si ri-propone di gran tendenza.

Diversi sono i modi di utilizzare il foulard, optando ora per uno stile “figlia dei fiori”, ora da pin-up, ora etno-chic. Iniziamo con un classico uso, proposto sulle passerelle, tra gli altri, da Dolce&Gabbana. Il foulard è usato stile fascia o cerchietto e lascia intravedere l’attaccatura dei capelli incorniciando il volto; sul retro è annodato alla nuca e sorregge i capelli raccolti o lasciati liberi.

[nggallery id=31]

Per un’acconciatura che ricorda una pin-up basta annodare il foulard “al contrario”, con fiocco in vista di lato o al centro della testa, con la fascia più o meno stretta ad effetto cuffia; per un perfetto look ispirato a quegli anni completa il tutto un ciuffo-frangia.

Un grande fiocco è protagonista anche della pettinatura stile afro-americana con capelli raccolti (meglio se ricci o in treccine) per un look più etnico, sulla stesso tema il foulard può essere annodato come un turbante, a coprire tutta la testa oppure può coprire solo parte della fronte e dei capelli, stile bandana, perfetto per la spiaggia o per un look  d’ispirazione gitana, con le “code” del foulard lasciate libere di cadere sul lato o incorporate in una treccia.

 

Lascia un commento