Gli orecchini pendenti o a chandelier, per quanto belli, hanno un’insidia: la pesantezza! La moda poi ne propone di sempre più grandi ed importanti per cui la scelta dei materiali e di una lavorazione leggera è una componente da non sottovalutare, da considerare subito dopo – se non in contemporanea – all’estetica.

Gli orecchini in pizzo macramè lavorati all’uncinetto sono una scelta ideale perchè coniugano la lavorazione preziosa e ricercata alla leggerezza e alle dimensioni che permettono all’orecchino di scendere dal lobo alla spalle. Arabesque è la linea proposta da Stroili oro, forse il marchio più famoso che ha applicato a questi “gioielli” in pizzo  la sua famosa lavorazione traforata usata generalmente per orecchini, bracciali e collane  in metalli preziosi.

Motivi orientaleggianti prendono forma in orecchini che si aprono a ventaglio e ricordano ora una coda di pavone ora la foglia di una pianta esotica; ma ancora splendidi soli o motivi circolari che, per intarsio e luminosità ricordano i rosoni di una cattedrale, il tutto realizzato con pizzo d’antan con lavorazione macramè, impreziosito da elementi Swarovski e argento che danno un tocco di luce e di preziosità agli orecchini proposti da Stroili oro.

La collezione Arabesque riprende gli stessi motivi anche per bracciali e collier che grazie alla lavorazione traforata che lascia intravedere la pelle sembrano quasi un ricamo sulla stessa, per un gusto chic dall’effetto un pò retrò.

Gli orecchini in pizzo possono essere riprodotti anche in casa, scegliendo se lavorare con l’unicinetto o meno. Nel primo caso si possono creare tutte le forme possibile e lasciare libero spazio alla creatività ma è necessaria una certa padronanza delle tecniche di lavoro, invece molto più semplice è procurarsi delle fettucce di pizzo da ritagliare nella forma desiderata. In entrambi i casi perline e strass possono essere incollati per illuminare il tutto che andrà completato con monachelle per orecchini e una leggere inamidata per mantenere la forma.