Pandora ormai è sinonimo di bracciali componibili ma la sua offerta non si limita a questi gioielli proponendo anche orecchini, collane ed anelli che richiamano lo stile e le lavorazioni dei famosi charms. Fatta eccezione per gli orecchini (per foggia e materiali riprendono gli elementi dei bracciali) con gli altri gioielli si applica lo stesso principio di composizione e personalizzazione che ha reso così famoso il bracciale Pandora: per le collane c’è una vasta scelta di ciondoli con cui arricchire il laccio che può essere in argento chiaro o nero di diverse lunghezze; i pendenti possono essere indossati da soli o inseriti tra gli stessi charms che si utilizzano per il bracciale.

Gli anelli lasciano tanto spazio alla creatività tanto che addirittura ad ogni indosso possiamo scegliere combinazioni e abbinamenti. Argento, oro, perle e pietre più o meno preziose  si uniscono negli anelli Pandora che nel caso dei “fascioni” possono essere anche indossati da soli ma il bello sta proprio nel combinarli! Il principio alla base di questi anelli mi sembra un pò una rivisitazione del caro e utile “fermanello” usato per bloccare un anello più prezioso, ma i risultati sono senza dubbio più fashion!

Nella creazione del nostro anello possiamo scegliere un “protagonista” con una pietra più importante (per preziosità o solo per dimensione) da infilare in posizione centrale e poi degli anelli “semplici” scegliendo una o più lavorazioni; o ancora possiamo affiancare anelli con la stessa pietra ma in diverse colorazioni, creando un motivo semplicemente ruotandoli una volta infilati.

Ancor più dei bracciali (che andrebbero ogni volta ri-infilati) gli anelli Pandora davvero permettono di avere un nuovo gioiello ad ogni indosso e, in attesa di riempire il nostro portagioie, possiamo provare a comporre il nostro anello ideale sul sito Pandora.